OAXACA ::
S/T

Gli Oaxaca vengono da Cuneo, nord Italia, e sono in sette. Suonano con in mente Miles Davis e in pancia la no wave dei Contortions. Abitano lande nivee e incontaminate in cui la campagna la fa da padrona, e suonare è raccogliere frutta marcia spaccandosi la schiena al sole. La loro anima è anche rock, non a caso il chitarrista Boto milita nei grandi Movie Star Junkies, una delle band più fisiche in circolazione. Gli Oaxaca, oltre alla fisicità, hanno anche un magma elettrico che, come da copertina, evoca case occupate da tossici con l’intonaco cadente e cavi elettrici dei 50’s slabbrati. Ascoltarli è farsi una doccia con un antispaziotempo. Per capirci, citando la press kit, il disco suona come un sacco di cose ma mai come un artefatto spocchioso da stronzetti saccenti del “free” della “musicalibera” del “jazz”, e come un “p…o Dio” ad alta voce. È questo che li differenzia da costoro: non hanno paura di mettersi a culo nudo perché, in fondo, suonare e cacare è la stessa cosa.

Beko | Alpacha Distro
16.03.2012

OAXACA
S/T
Jacob Record/Selvaelettrica, 2012
web:www.oaxaca.it
web:www.selvaelettrica.com/