Ligne de Front :: L’ARTE SUL GRANDE CONFLITTO

In occasione della commemorazione del 100° anniversario dello scoppio della prima guerra mondiale nel 1914, Artois.comm ha dato vita a Ligne de Front, un progetto dove arte, memoria e valorizzazione del territorio si fondono in un risultato straordinario. Un percorso espositivo vede collegate 10 città del distretto dell’Artois, dolorosamente in prima linea quale teatro degli eventi bellici, per una mostra storica e una mostra d’arte dove ad undici artisti in residenza è stato chiesto di elaborare progetti site specific: Rossella Piccinno / Neuve-Chapelle, Giulia Andreani / Richebourg, Claude Lévêque / La Couture, Tristan Senet & Philippe Manière  / Festubert, Jan Kopp / Givenchy-lès-la-Bassée, Laurent Sfar / Cuinchy, Olga Kisseleva / Cambrin, Denis Darzacq / Auchy-les-Mines, Dominique Sampiero / Haisnes-lès-la-Bassée and Sophie Ristelhueber / Vermelles.
Siamo rimasti intrigati dal lavoro di Rossella Piccinno, cineasta e videoartista italiana da sempre attiva in Francia, per il suo film in Limine (sulla soglia), inspirato dalla storia e dall’immagine del “Cristo das Trincheiras”. Una statua di Neuve-Chapelle rimasta danneggiata dai bombardamenti del 1915 fu recuperata dai soldati portoghesi e conservata nelle loro trincee. Dal 1957 è in Portogallo, nel Monastero di Batalha, sopra le tombe di due soldati portoghesi ignoti caduti durante la grande guerra. Un’opera, quella della Piccinno, tesa ad esplorare il ricordo della guerra, il processo di costruzione della memoria collettiva e il potere spirituale del “raccontare storie”. Sulla soglia delle tracce fisiche della memoria del territorio e del tempo, che passa per interrogarsi nuovamente sulle possibilità stesse della memoria e dell’arte. Siamo davvero in grado di “immaginare” e “capire” la guerra? È possibile, attraverso l’arte guarire la coscienza collettiva da un trauma?

Augusto Petruzzi
15.06.2014

Ligne de Front

web: www.lignedefront.eu

Neuve-Chapelle, 14/06/2014 – 28/09/2014

PRESENTATION